Provincia di LECCO - Contratto Integrativo Provinciale 21 luglio 2022 - Elemento Variabile della Retribuzione (EVR)

Accordo 09 gennaio 2024 verifica parametri territoriali- Erogazione anno 2024

30 gennaio 2024 - 52

Come noto (vd. Notizia n. 295 del 25/07/2022 di Linea diretta), l’accordo di rinnovo del contratto integrativo provinciale del 21 luglio 2022, attuativo delle disposizioni dei CCNL 03 marzo 2022 e 04 maggio 2022, rispettivamente dell’Industria edile e dell’Artigianato edile, ha disciplinato l’Elemento Variabile della Retribuzione (EVR), inteso come premio di risultato di ammontare variabile, correlato ai risultati conseguiti in termini di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione per le imprese del settore edile della Provincia di Lecco, prevedendo verifiche annuali di quattro parametri individuati a livello provinciale (lavoratori iscritti in Cassa Edile, imprese iscritte in Cassa Edile, monte salari e ore lavorate denunciati in Cassa Edile), che vengono comparati su base triennale.

La verifica relativa agli ultimi due periodi di riferimento (raffronto tra il triennio 2023/2022/2021 ed il triennio 2022/2021/2020), il cui esito è stato ratificato nel Verbale di Accordo sottoscritto in data 09 gennaio 2024 da ANCE Lecco Sondrio, Confartigianato Imprese Lecco, FENEALUIL Alta Lombardia, Filca-CISL Monza Brianza Lecco e Fillea-CGIL Lecco, ha evidenziato l’incremento di tutti i quattro parametri individuati nell’accordo di rinnovo del contratto integrativo provinciale del 21 luglio 2022, determinando pertanto le condizioni per l’erogazione, nel corso del 2024, dell’EVR maturato nell’anno 2023, a livello territoriale, nella Provincia di Lecco.

Come per lo scorso anno, le singole imprese dovranno poi effettuare una verifica su due parametri aziendali (ore lavorate denunciate nelle Casse edili e volume d’affari IVA) secondo la procedura illustrata nel successivo paragrafo “Determinazione EVR aziendale – Procedura”, per determinare se, ed in quale misura, sono tenute ad erogare l’EVR, i cui importi di riferimento definiti a livello territoriale sono riportati nelle tabelle in calce alla presente.

Qualora dovuto, l’EVR andrà corrisposto a decorrere dalle competenze relative al mese di gennaio 2024 e sino a quelle relative al mese di dicembre 2024 ai soli lavoratori in forza nei singoli mesi.

Tuttavia, considerando che la dichiarazione annuale IVA per l’anno 2023 può essere presentata nel periodo 1° febbraio 2024 – 30 aprile 2024, le imprese potrebbero non essere nelle condizioni di effettuare la verifica del relativo parametro aziendale, e determinare l’EVR effettivo da erogare, a decorrere dal mese di gennaio 2024: l’accordo prevede pertanto che qualora per motivi tecnici o nel caso in cui non sia ancora stata presentata la dichiarazione annuale IVA relativa al 2023, le imprese non fossero in condizione di determinare ed erogare l’EVR a decorrere dalle competenze del mese di gennaio 2024, potranno cominciare a corrisponderlo a decorrere dalle competenze dei mesi successivi (febbraio, marzo o aprile 2024), comunque entro e non oltre le competenze di aprile 2024, unitamente agli arretrati dei mesi precedenti, a tal fine richiamando anche i dipendenti nel frattempo cessati.

Agli operai ed agli apprendisti operai l’EVR andrà erogato mensilmente, su base oraria, per le sole ore di lavoro ordinario effettivamente lavorate, entro il limite di 173 ore mensili.

Agli impiegati ed agli apprendisti impiegati l’EVR verrà erogato, su base mensile, per le sole mensilità ordinarie, in misura piena nel caso di intera mensilità effettivamente lavorata, mentre, in caso di mensilità non interamente lavorata, verrà erogato in quote giornaliere - fino a concorrenza dell’importo mensile -, per le sole giornate di lavoro ordinario effettivamente prestate, anche parzialmente: a tal fine il valore giornaliero è stato ottenuto applicando convenzionalmente al valore mensile il divisore giornaliero 20.

In caso di erogazione di quote giornaliere l’importo complessivo dell’E.V.R. erogato agli impiegati non potrà comunque superare il valore dell’EVR mensile.

Per gli impiegati con rapporti a tempo parziale, tali valori andranno riparametrati proporzionalmente rispetto al tempo pieno.

Agli apprendisti che passeranno in qualifica nel corso dell’anno, l’EVR verrà corrisposto nella misura prevista per gli operai ed impiegati a decorrere dal 1° giorno del mese successivo a quello del passaggio in qualifica.

L’EVR non ha incidenza su alcuno degli istituti retributivi contrattuali (mensilità aggiuntive, ferie, ecc.), ivi inclusi gli accantonamenti e le contribuzioni alla Cassa Edile ed il trattamento di fine rapporto.

 

DETERMINAZIONE EVR AZIENDALE - PROCEDURA

Ai fini della determinazione dell’effettiva spettanza e, in caso positivo, degli importi dell’EVR da erogare, ogni impresa dovrà procedere, a livello aziendale, alla verifica dei seguenti due parametri aziendali:

-     ore lavorate denunciate in Cassa Edile, raffrontando i trienni 2023/2022/2021 e 2022/2021/2020;

-     volume d'affari IVA, rilevato dalle dichiarazioni annuali IVA, raffrontando gli stessi trienni 2023/2022/2021 e 2022/2021/2020.

Dovrà tenersi conto dei suddetti indicatori con riferimento all’azienda considerata nel suo complesso, al di là delle singole unità produttive dislocate a livello territoriale: pertanto nella verifica si dovrà tener conto non solo delle ore lavorate denunciate alla Cassa Edile di Como-Lecco, ma anche di quelle denunciate presso altre Casse Edili.

A tal proposto si informa che, limitatamente a quanto attiene la verifica delle ore lavorate dagli operai e denunciate alla locale Cassa Edile, la Cassa Edile di Como-Lecco provvederà a fornire alle imprese ad essa iscritte in Provincia di Lecco i dati relativi alle ore lavorate denunciate alla Cassa stessa per le singole annualità di riferimento, determinate secondo l’esercizio di bilancio della Cassa Edile (dal 1° ottobre al 30 settembre dell’anno successivo): tali dati verranno trasmessi automaticamente alle imprese tramite Pec, senza necessità di preventiva richiesta.

Per le imprese con soli impiegati, in sostituzione del parametro delle ore denunciate in Cassa Edile la verifica andrà effettuata con riferimento alle ore lavorate, così come registrate sul Libro unico del lavoro.

Effettuata tale verifica:

-    qualora i suddetti due parametri risultino entrambi pari o positivi rispetto al triennio precedente, l'azienda provvederà automaticamente ad erogare l'EVR nella misura stabilita a livello provinciale;

-    qualora entrambi i parametri a livello aziendale risultassero negativi, l’EVR non sarà erogato;

-    qualora solo uno dei suddetti parametri risulti negativo nel confronto triennale, l’azienda erogherà l’EVR in misura pari al 50% di quella stabilita a livello provinciale.

Negli ultimi due casi, per poter applicare la riduzione/azzeramento dell’EVR, dovrà essere obbligatoriamente attivata la seguente procedura:

-     entro e non oltre il 31/05/2024 l’impresa renderà un'autodichiarazione (vd. fac-simile riportato in calce) all'Associazione di categoria di riferimento (ANCE Lecco Sondrio o Confartigianato Imprese Lecco) e alla Cassa Edile di Como-Lecco, dandone comunicazione alle R.S.A. o R.S.U., ove costituite, relativa al non raggiungimento di uno o entrambi i parametri aziendali;

-     la suddetta Associazione informerà con sollecitudine le Organizzazioni sindacali territoriali e, se da queste richiesto, attiverà un confronto con le stesse per la verifica dell'autodichiarazione, da effettuarsi comunque esclusivamente sulla base della dichiarazione annuale IVA dell'impresa stessa, nonché della documentazione della Cassa Edile afferente alle ore denunciate.

Le imprese di nuova costituzione dovranno erogare l'EVR nella misura fissata a livello territoriale: per gli anni successivi, fino al raggiungimento del parametro territoriale del triennio, il confronto temporale sarà effettuato anno su anno e biennio su biennio.

L’esito positivo della verifica aziendale rappresenta un adempimento necessario ed imprescindibile ai fini della possibilità di detassare gli importi dell’EVR erogati (vd. il paragrafo successivo): le imprese dovranno pertanto conservare – ed esibire in caso di controlli - la documentazione attestante l’effettivo espletamento della verifica, con il relativo esito.

Le imprese che non dovessero effettuare la verifica aziendale, ovvero la cui verifica aziendale sia negativa o evidenzi un solo parametro positivo, potranno erogare l’EVR negli importi definiti a livello provinciale, come condizione di miglior favore: in tal caso, tuttavia, tali somme non potranno beneficiare del regime di detassazione dei premi di risultato e dovranno essere assoggettate a tassazione ordinaria.

 

DETASSAZIONE DELL’EVR

L’Elemento Variabile della Retribuzione (EVR), come definito dall’Accordo Integrativo Provinciale 21 luglio 2022, in attuazione delle deleghe conferite dai CCNL dell’industria e dell’artigianato edile, per espressa previsione delle Parti costituisce premio di risultato di ammontare variabile legato ad incrementi in termini di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione del settore edile della Provincia di Lecco, in conformità alle disposizioni dell’art. 1, commi 182 e ss., della Legge n. 208/2015 - così come modificata dall’art. 1, comma 160, della Legge n. 232/2016 -, e del D.M. 25 marzo 2016, erogato quindi in esecuzione dei contratti aziendali o territoriali di cui all’art. 51 del D.Lgs. n. 81/2015.

Fermo restando il normale assoggettamento a prelievo contributivo, sia a carico dell’azienda, sia a carico del lavoratore, beneficia pertanto – purché erogato nel rispetto integrale delle disposizioni e della procedura sopra esposte, ivi inclusa la verifica aziendale - dell'applicazione del regime fiscale agevolato previsto dalla normativa sopra richiamata, consistente nell’assoggettamento ad imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali all’Irpef, in misura del 5% (aliquota così ridotta, anche per l’anno 2024, dalla legge 30 dicembre 2023, n. 213 - legge di bilancio 2024).

A tal fine, sia l’Accordo di rinnovo del Contratto integrativo provinciale del 1° dicembre 2022, sia l’Accordo 09 gennaio 2024 di verifica dei parametri territoriali in oggetto, sono stati regolarmente depositati telematicamente dalla scrivente ANCE LECCO SONDRIO presso il Ministero del Lavoro, autocertificandone la conformità ai criteri di misurazione e verifica degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, di cui all’articolo 1, commi 182 - 189, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 e del DM 25 marzo 2016: nello specifico, il verbale di accordo di verifica dei parametri territoriali del 9 gennaio 2024 è stato depositato in data 24/01/2024, e la procedura gli ha assegnato il codice contratto 20240124171735242.

In tema di detassazione dei premi di risultato, si segnala che la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 28/E del 15/06/2016, richiamando l’articolo 5 del DM 25 marzo 2016 (che introduce un generale obbligo di deposito presso la Dtl - ora ITL - dei contratti collettivi aziendali o territoriali che prevedono la erogazione di premi di risultato, unitamente alla dichiarazione di conformità di tali contratti alle disposizioni contenute nel decreto), con particolare riferimento ai contratti collettivi territoriali prevede che il datore di lavoro non è tenuto a depositare nuovamente il contratto applicato, ma che dovrà indicare nel modulo della procedura telematica unicamente i riferimenti dell’avvenuto deposito (data e DTL in cui sia avvenuto il deposito), evidenziando nella Sezione 2 la tipologia di contratto “Territoriale”.

Sempre con riferimento ai contratti territoriali, la stessa circolare precisa che il termine di 30 giorni per il deposito previsto dal Decreto sia da riferirsi al deposito dei soli contratti, mentre la dichiarazione di conformità potrà essere compilata e trasmessa dal datore di lavoro anche successivamente a tale termine, purché tale adempimento avvenga anteriormente al momento della attribuzione dei premi di risultato.

La successiva Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 5/E del 29/03/2018, emanata a seguito delle modifiche apportate alla disciplina della L. 208/2015 e del DM 25/03/2016 dalle leggi di bilancio per gli anni 2017 e 2018, nel rinviare “per il resto” a quanto già illustrato con la Circolare n. 28/E del 2016, si limita a disporre che “i premi di risultato risulteranno agevolabili sempreché i contratti aziendali o territoriali al momento della erogazione del premio siano già stati depositati, unitamente alla dichiarazione di conformità del contratto alle previsioni della legge”: questa diversa formulazione sembrerebbe lasciare supporre che le precedenti indicazioni possano ritenersi superate e che le aziende non siano più tenute ad effettuare ulteriori adempimenti, in quanto l’avvenuto deposito da parte di una delle parti sottoscrittrici il contratto territoriale, con la relativa dichiarazione di conformità, sarebbe di per sé sufficiente a legittimare l’adozione del regime di detassazione da parte delle singole imprese che applicano il contratto territoriale.

Ciò premesso, si ritiene tuttavia prudente consigliare alle aziende, prima di erogare l’EVR in regime di detassazione, di procedere ad effettuare la dichiarazione di conformità telematica.

In tale ipotesi, si indica la procedura da seguire.

È necessario collegarsi al portale web dei “Servizi Lavoro” del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e loggarsi attraverso SPID o gli altri sistemi di certificazione dell’identità digitale.

Sulla destra in alto si trova un riquadro con il nome dell’utente e un menù a tendina: cliccando sul menù a tendina si accede alla ”Gestione Profili”.

Se non è già stato fatto in passato, occorrerà registrare l’Azienda, che sarà quindi abbinata all’utente loggato (il legale rappresentate).

Una volta effettuato l’accesso, si dovrà cliccare su ‘Deposito contratti’.

Nella schermata che appare bisogna inserire il Codice contratto 20240124171735242, poi cliccare sul bottone “Modifica”.

Nella schermata che si aprirà, cliccare sul bottone rosso “Quadro DPP” e completarlo con i dati riguardanti l’azienda.

In particolare, andranno compilati i campi sotto elencati con i seguenti dati:

-     Sezione 3 – Beneficiari: indicare il numero dei lavoratori a cui si erogherà l’EVR e l’anno di riferimento (2024);

-     Sezione 4 - Premio (euro): indicare la stima del valore annuo pro capite del premio. Per i lavoratori con contratto full time potranno essere presi a riferimento i seguenti importi medi annui indicativi:

1° livello           320 euro

2° livello           375 euro

3° livello           415 euro

4° livello           450 euro

5° livello           520 euro

6° livello           625 euro

7° livello           700 euro

-     Sezione 5 - Obiettivi: indicare “Produttività” e “Redditività”;

-     Sezione 6 - Indicatori previsti nel contratto: nel campo 21 (“Altro”) indicare “Ore lavorate denunciate in Cassa edile – Volume affari IVA”;

-     Sezione 8 - Partecipazione agli utili dell’impresa – Selezionare “NO”.

Al termine, bisogna procedere al download della ricevuta dell’avvenuto deposito (pulsante verde).

 

* * * * * * * * * * * * * * * * *

In calce alla presente si riportano:

-     Tabelle degli importi dell’EVR determinato a livello provinciale, da erogare nel corso dell’anno 2024, per i dipendenti delle imprese dell’industria edile e per quelli dell’artigianato edile della Provincia di Lecco;

-     Fac-simile di autodichiarazione relativa ai parametri aziendali.

 

 

 ANIN.daci


 

INDUSTRIA EDILE

 

Importi EVR da erogare nell’anno 2024 ai dipendenti delle imprese edili ed affini Provincia di Lecco

 

OPERAI – Valori orari

 

LIVELLO

EVR ORARIO

4° - Operaio di 4° livello

0,2640

3° - Operaio specializzato

0,2452

2° - Operaio qualificato

0,2204

1° - Operaio comune

0,1884

Discontinui

0,1696

Discontinui con alloggio

0,1508

 

IMPIEGATI - Valori mensili/giornalieri

 

LIVELLO

EVR MENSILE

EVR GIORNALIERO

7° - Quadri e 1^ cat. Super

65,2284

3,26142

6° - 1^ categoria

58,7052

2,93527

5° - 2^ categoria

48,9208

2,44604

4° - Impiegati di 4° livello

45,6604

2,28303

3° - 3^ categoria

42,3984

2,11992

2° - 4^ categoria

38,1588

1,90795

1° - 4^ categoria 1° impiego

32,6144

1,63072

 


 

INDUSTRIA EDILE - APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

(art. 44 D.Lgs. 81/2015)

Anno 2024

 

EVR APPRENDISTI OPERAI – VALORI ORARI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

0,19008

0,20592

0,22440

0,23760

0,17654

0,19126

0,20842

0,22068

0,15869

0,17191

0,18734

0,19836

 

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI MENSILI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

46,96445

50,87815

55,44414

58,70556

42,26774

45,79006

49,89942

52,83468

35,22298

38,15822

41,58268

44,02872

32,87549

35,61511

38,81134

41,09436

30,52685

33,07075

36,03864

38,15856

27,47434

29,76386

32,43498

34,34292

 

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI GIORNALIERI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

2,34822

2,54391

2,77221

2,93528

2,11339

2,28950

2,49497

2,64173

1,76115

1,90791

2,07913

2,20144

1,64377

1,78076

1,94057

2,05472

1,52634

1,65354

1,80193

1,90793

1,37372

1,48819

1,62175

1,71715

 


INDUSTRIA EDILE - APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE, IL DIPLOMA DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E IL CERTIFICATO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICA SUPERIORE (art. 43 D.Lgs. 81/2015)

 

Anno 2024

 

EVR APPRENDISTI OPERAI – VALORI ORARI

 

 

LIVELLO

 

 

1° ANNO 1° SEMESTRE

 

 

1° ANNO 2° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 3° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 4° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 5° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 6° SEMESTRE

4° ANNO DAL 7° SEMESTRE – 1° ANNO DIPLOMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

0,14326

0,15428

0,16530

0,17632

0,18734

0,19836

0,19836

0,12246

0,13188

0,14130

0,15072

0,16014

0,16956

0,16956

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI MENSILI

 

 

LIVELLO

 

 

1° ANNO 1° SEMESTRE

 

 

1° ANNO 2° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 3° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 4° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 5° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 6° SEMESTRE

4° ANNO DAL 7° SEMESTRE – 1° ANNO DIPLOMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

24,80322

26,71116

28,61910

30,52704

32,43498

34,34292

34,34292

21,19936

22,83008

24,46080

26,09152

27,72224

29,35296

29,35296

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI GIORNALIERI

 

 

LIVELLO

 

 

1° ANNO 1° SEMESTRE

 

 

1° ANNO 2° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 3° SEMESTRE

 

 

2° ANNO 4° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 5° SEMESTRE

 

 

3° ANNO 6° SEMESTRE

4° ANNO DAL 7° SEMESTRE – 1° ANNO DIPLOMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

1,24016

1,33556

1,43096

1,52635

1,62175

1,71715

1,71715

1,05997

1,14150

1,22304

1,30458

1,38611

1,46765

1,46765

 


 

INDUSTRIA EDILE - APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA (art. 45 D.Lgs. 81/2015)

Anno 2024

EVR APPRENDISTI OPERAI – VALORI ORARI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

0,18480

0,20592

0,22440

0,23760

0,17164

0,19126

0,20842

0,22068

0,15428

0,17191

0,18734

0,19836

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI MENSILI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

45,65988

50,87815

55,44414

58,70556

41,09364

45,79006

49,89942

52,83468

34,24456

38,15822

41,58268

44,02872

31,96228

35,61511

38,81134

41,09436

29,67888

33,07075

36,03864

38,15856

26,71116

29,76386

32,43498

34,34292

EVR APPRENDISTI IMPIEGATI – VALORI GIORNALIERI

LIVELLO

1° e 2° semestre

3° e 4° semestre

5° semestre

6° semestre

2,28299

2,54391

2,77221

2,93528

2,05468

2,28950

2,49497

2,64173

1,71223

1,90791

2,07913

2,20144

1,59811

1,78076

1,94057

2,05472

1,48394

1,65354

1,80193

1,90793

1,33556

1,48819

1,62175

1,71715

 


 

ARTIGIANATO EDILE

 

Importi EVR da erogare nell’anno 2024 ai dipendenti delle imprese edili ed affini Provincia di Lecco

 

OPERAI – valori orari

 

Livello

Importo EVR orario

0,30645

0,28479

0,25610

0,21903

 

IMPIEGATI – Valori mensili/giornalieri

 

 

Livello

 

Importo EVR mensile

Importo EVR giornaliero x full time (20 gg/mese convenzionali)

76,45840

3,82292

68,20320

3,41016

56,84160

2,84208

53,01520

2,65076

49,26880

2,46344

44,30600

2,21530

37,89200

1,89460

 


 

IMPRESE ARTIGIANE

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

Anno 2024

APPRENDISTI OPERAI – VALORI ORARI

 

 

Gruppo

1° semestre

2° semestre

3° 4° semestre

5° e 6° semestre

7° e 8° semestre

9° e 10° semestre

0,21074

0,21644

0,22498

0,24492

0,25916

0,27340

 

Gruppo

1° semestre

2° semestre

3° semestre

4° semestre

5° semestre

6° e 7° semestre

8° semestre

9° semestre

0,19935

0,21074

0,21644

0,22498

0,23068

0,24492

0,25916

0,27340

 

Gruppo

1° semestre

2° semestre

3° 4° semestre

5° e 6° semestre

7° semestre

8° semestre

0,18951

0,19464

0,20232

0,22025

0,23305

0,24586

 

Gruppo

1° semestre

2° semestre

3° semestre

4° semestre

5° semestre

6° semestre

0,18951

0,19464

0,20232

0,21512

0,23305

0,24586

 


 

FAC-SIMILE AUTODICHIARAZIONE PARAMETRI AZIENDALI E.V.R.

 

Carta intestata

 

                                                        Spett.le

                                                        ANCE LECCO SONDRIO

                                                        Pec: ance.leccosondrio@pec.ance.it

                                                        e

                                                        Spett.le

CASSA EDILE DI COMO E LECCO

Pec: co00@infopec.cassaedile.it

 

Oggetto:   Contratto integrativo provinciale Provincia di Lecco 21 luglio 2022 - E.V.R. maturato nell’anno 2023 – Erogazione 2024 – Autodichiarazione parametri aziendali

Con riferimento all’accordo 21 luglio 2022 di rinnovo del Contratto Integrativo Provinciale per le imprese edili ed affini della Provincia di Lecco, ed all’Accordo Provinciale 09 gennaio 2024, con il quale sono stati determinati gli importi dell’E.V.R. da erogare nel corso dell’anno 2024 a livello provinciale, la scrivente Impresa

D I C H I A R A

che la verifica dei parametri aziendali, raffrontando i trienni di riferimento 2023/2022/2021 e 2022/2021/2020, ha dato il seguente esito [1]:

-       Ore lavorate denunciate in Cassa Edile (ovvero ore lavorate registrate sul LUL per imprese con solo impiegati)

  POSITIVO

  NEGATIVO

-       Volume di affari IVA

  POSITIVO

  NEGATIVO

e pertanto la nostra azienda

  Nell’anno 2024 erogherà ai propri dipendenti l’E.V.R. in misura del 50% degli importi previsti a livello provinciale, in quanto solo uno dei due parametri è risultato positivo

  Nell’anno 2024 NON erogherà l’E.V.R., in quanto entrambi i parametri sono risultati negativi

 

Luogo e data

                                                                                                 

                                                                                                Timbro e firma

                                                                                             ………………………………

 

[1] barrare le caselle corrispondenti